Angelo Santoro Come migliorare il ranking SEO del tuo Blog Blog Tips Guida  SEO

Come migliorare il ranking SEO del tuo Blog


Mi sono ritrovato ad avere differenti passioni, che vanno e vengono con il tempo, una passione mi è rimasta nel tempo, la passione per la scrittura, utilizzando un mio stile a volte sgrammaticato e a volte come se fossi parte dell’Accademia della Crusca, avere un blog peró é anche ranking SEO.

Ho deciso quindi di rafforzare la mia passione avendo dei blog da gestire, in modo da scrivere delle mie passioni e delle mie avventure, però in questo articolo mi soffermerò su come migliorare il ranking SEO del mio BLOG, sperando che iniziate presto a utilizzare questi suggerimenti e incrementare le visite al tuo blog.

TIP #1 – utilizzare le Long-Tail Keywords

Long-tail keywords ovvero le lunge code di parole chiave, sono importantissime se vuoi migliorare il ranking SEO del tuo blog, in principio anche io commettevo il fatidico errore di inserire una sola parola chiave ad esempio “Facebook” per un articolo che parla dei Compleanni su Facebook.
Per prima cosa vediamo cosa sono le Long-Tail Keywords. Sono i termini di ricerca, tipicamente entro 3 e 5 parole, che definiscono il target di audience che vogliamo raggiungere, sapendo che il totale deve combattere con le milioni di informazioni che ogni giorno vengono pubblicate in rete.

Quindi le Long-Tail Keywords, sono un gruppo di parole o una frase, che permettono di focalizzarsi su uno specifico argomento, infatti scegliere una Long-Tail Keywords quando si scrive un articolo è molto importante. Questo ti aiuterà a dare la giusta direzione al tuo post migliorando così il ranking SEO per la ricerca su Google.

Esempio pratico

Single Keywords – unica parola chiave
Ricetta
Esercizi
Blog
Long-Tail Keywords – Lunga coda di parole chiave
Gluten free ricetta
Suggerimenti utili per i muscoli
come gestire un blog

Usare una sola parola chiave, significa di sicuro alto traffico ma anche una grandissima competizione in quanto le molteplici informazioni inserite sul web ogni giorno ci porterebbero ad avere un alto ranking subito sorpassato da altre informazioni. Mentre usare una Long-Tail Keywords rende il tuo post agli occhi di Google molto più attraente e unico, aumentando il ranking SEO, quindi più visite al tuo Blog.

Se stai leggendo questo articolo è perché le Long-Tail Keywords che ho impostato funzionano alla grande.

TIP #2 – dove inserire le parole chiave

Spesso non si intende perché in alcuni articoli le parole chiave non hanno alcun effetto anche se abbiamo utilizzato il suggerimento numero 1 appena descritto. Ebbene eccovi dove è necessario inserire le parole chiave all’interno del vostro Post.

  1. Titolo del vostro Blog
  2. All’interno del corpo del testo ad esempio in questo momento dell’articolo
  3. Nella URL dell’articolo che andrete a pubblicare
  4. Nella meta descrizione – Ecco di sicuro un errore che in tanti commettono

Rispettare questi 4 punti vi porterà ad aver già migliorato il ranking SEO del vostro prossimo articolo di un buon 70%.

TIP #3. Ottimizzazione delle Immagini Caricate

Per riuscire a colmare le lacune che abbiamo per migliorare il Ranking SEO del Post che stiamo scrivendo, abbiamo il dovere di ottimizzare anche le immagine, ebbene sì, questo suggerimento vi farà rizzare i capelli, però è giusto dare l’importanza che si meritano le immagini, non solo con buoni scatti ma anche con la SEO.
Infatti quando si carica una immagine all’interno del blog, tra le opzioni abbiamo la possibilità di inserire le Keywords scelte per il ranking SEO, sono da inserire nello spazio riservato al “ALT TEXT” o “TESTO ALTERNATIVO“, infatti i motori di ricerca non hanno la capacità di leggere le immagini ma il testo che combiniamo, utilizzando appunto questa opzione.

A questo punto ti suggerisco di iscriverti alla news letter, presto potrai ricevere la mia guida “Ranking SEO da principiante a Esperto”

Esempio di miglioria del ranking SEO delle Foto

Cliccare su “Aggiungi Media” e selezionare il tab “Carica File”
Caricata la Immagine modificare all’interno del modulo alla vostra sinistra “Testo Alternativo” e inserite le “parole chiave”

Il gioco è fatto!!!

Angelo Santoro Come migliorare il ranking SEO del tuo Blog Blog Tips Guida  SEO

suggerimento ancora più utile: abituatevi ad aggiungere il testo alternativo mentre caricate l’immagine, modificarlo in seguito potrebbe non rendere al 100%.

TIP #4. Meta Descriptions o Meta descrizione

Quasi tutti i software che si utilizzano per bloggare, permettono la creazione automatica di Metà Descriptions, di solito prendendo le prime parole del vostro articolo, ecco perché è importante valutare di impostare la metà descrizione, una volta che abbiamo deciso le Keywords da usare.
Se non sapete di cosa parlo, vi spiego in breve, che la meta Description è quella frase che compare sotto il link una vota che effettuiamo la ricerca con Google o altri motori di ricerca.
Molta importanza è da assegnare alla Meta Descrizione perché incoraggerà i futuri lettori a fare click sul link collegato al nostro sito/post, un riassunto che vi farà incrementare di sicuro il ranking SEO di ogni singolo articolo postato.

Angelo Santoro Come migliorare il ranking SEO del tuo Blog Blog Tips Guida  SEO

TIP #5. Ottimizzare la URL

Come già detto in precedenza, le parole chiave devono comparire anche nell’URL una volta postato il nostro nuovo articolo. È importantissimo che ogni URL sia di facile comprensione e che includa le Keywords, per capire meglio ciò di cui vi parlo vi riporto un esempio

URL Ottimizzato

https://angelosantoro.it/come-migliorare-il-ranking-seo-del-tuo-blog

URL non ottimizzato

https://angelosantoro.it/pub/post?ID=438=ranking-blog

URL impossibile da comprendere

https://angelosantoro.it/438tec89/qwertyu=123456789BW#123456

Quindi fate molta attenzione a impostare correttamente ogni URL dei vostri articoli

TIP #6. Tema Ottimizzato

Inizio parlandovi del perché ottimizzare il tema del vostro blog aumenta il ranking SEO. Se utilizzate un tema inappropriato come ad esempio uno che sulla versione mobile, sia esso smartphone o tablet, non corrisponda almeno al 90% al vostro tema desktop, comporterà la limitazione di tutto quello che state creando, infatti Google valuta molto questo aspetto, prediligendo i siti responsive ovvero strutturati per essere visualizzati su tutti i dispositivi.

Se non hai un tema ottimizzato non dissetarti ci sono diverse soluzioni per te, sentiti libero di chiedermi una soluzione scrivendomi nei commenti al termine dell’articolo.

Non avere un tema ottimizzato comporta i seguenti rischi:

Incrementa il Bounce Rate: Se il tuo tema non è ottimizzato per tutti i devices o non è responsive, porterà incrementare il Bounce Rate, questo accade perché il tuo sito web non trasmetterà le informazioni in modo corretto, visualizzando errori o una grafica del tutto scomposta.
Questo comporterà il fatto che se qualcuno arriva alla versione mobile del vostro blog sarà quasi sicuro che lo abbandonerà nel giro di qualche secondo, a causa della scarsa comprensione.

Poor User Experience: Non avere un tema ottimizzato per i device come smartphone e tablet comporta anche una povera esperienza per la audience in generale, sono il primo che navigando per trovare informazioni utili, mi ritrovo a lasciar perdere molti siti internet che nella metà descrizione sembravano utilissimi, questo perché utilizzo di gran lunga iPad e iPhone per le ricerche di informazioni.
Quando si apre il vostro blog tramite device mobile il layout cambia in quanto la grandezza dello schermo ha differenti misure, per questo fattore i tema deve essere ottimizzato o responsive, facilitando l’utente nel caricare la pagina prescelta e avere una ottima User Experience.

Duplicare Contenuti: Non avere un tema ottimizzato o responsive, vi porterà al doppio del lavoro, infatti dovrete costruire lo stesso articolo in più versioni, per poter favorire così la visualizzazione sulle differenti misure di schermi.
Questo comporterà un netto abbassamento del ranking SEO del vostro blog, in quanto i motori di ricerca vedranno dei doppioni, cosa che corta le gambe su nuovo sito.

TIP #7. Links interni ed esterni

Come ultime suggerimento vi parlo dei link che inseriamo nei post che scriviamo, non sono propriamente da considerare fondamentali nel ranking, però agevolano tantissimo.
Per far sì che la SEO diventi quasi perfetta è sempre meglio aggiungere dei link in uscita verso altri siti web, ma anche che riconducano a post che abbiamo già scritto all’interno del nostro blog.
I link interni aiuteranno i lettori a scoprire novità o seguire il filo del discorso nel caso abbiate scritto più articoli al riguardo, ad esempio vi suggerisco di leggere l’articolo pubblicato su Angelosantoro.it dove spiego a grandi linee come

Gestire un Blog da iPad

I link invece che riportano ad altri Blog o Siti in generale, aiuteranno a creare una audience migliore e sopratutto a darvi credibilità, inserendovi sempre più nella nicchia che avete scelto come argomentazione del vostro Blog.
Vi ricordo che è sempre meglio associare del testo che faccia intendere velocemente a cosa fa riferimento il link, eccovi un esempio pratico:

Se stai cercando Come Gestire un Blog leggi [ Gestire un Blog da iPad ]

oppure

segui il seguente link: [ Gestire un Blog da iPad ]

Questo aiuterà non solo i lettori ma anche i motori di ricerca in quanto potrete inserire le parole chiave al suo interno, migliorando così la SEO.

Se hai altre curiosità, scrivimi nei commenti qui sotto e vedrò di creare una guida per aiutarti, la curiosità è blogger!!!

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 



3 commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *