Google Glass che fine hanno fatto

La società di Mountain View, Google, è sempre alla ricerca di nuove soluzioni per rendere più facile la nostra vita, vi ricordo i Google Glass e l’utilizzo in campo medico che prendeva piede sempre più, la domanda però è Google Glass che fine hanno fatto

Da alcune ricerche in rete ho scoperto che un nuovo brevetto è stato depositato da Google e si tratta di un dispositivo “indossabile” stile Google Glass, ma con un disegno diverso dai precedenti occhiali.

Un nuovo brevetto destinato a coprire un solo occhio e orecchio, un pò a richiamare Dragon Ball. Da queste informazioni sembra che “Alphabet” non abbia abbandonato il progetto di Google Glass, che ricordiamo sono statiritirati dal mercato.

Per chi non conoscesse Alphabet inc. è una holding di proprietà di Google che si concentra nella ricerca e sviluppo, investimento, in settori ben diversi dal core business di big “G”: il web.

Che dite siamo verso una seconda generazione di Google Glass?

Le diverse voci in merito ad un presunto ritorno sul mercato degli occhiali a realtà aumentata di Google, sembrano avvicinarsi sempre più vedendo queste info, ultimo brevetto depositato presso l’Ufficio Brevetti degli Stati Uniti

US Patent. No. 9.195.067 B1 sotto il nome di “Wearale Device with input and output structures”.

Alcuni disegni presenti in rete, mostrano disegni che questo brevetto, sia realmente la nuova idea della società di Mountain View, uno sviluppo per il suo “Glass 2.0” che come detto conserva parte della filosofia del progetto precedente, con la principale differenza che il dispositivo possiede un solo monitor per la realtà aumentata.

Indossabile su un unico occhio che è posto sul lato sinistro della faccia, sorretto dall’orecchio tramite un perno situato sulla nuca e lo blocca per evitare che il dispositivo cada, si nota come la cintura è regolabile, in modo che possa essere configurato dall’utente in tre differenti punti o posizioni differenti ovvero vicino alla tempia, lungo l’asta e lungo la parte posteriore della testa, a quanto scritto sui documenti dello stesso brevetto.

Non si sa con certezza se Google rilascerà mai questo wearable. Non ci sono piani di rilascio o di presentazione di questo nuovo modello di Glass nel medio periodo.

Google decide questa volta di lasciare il vecchio stile sperimentando un nuovo design!

Che ne pensate sarà la prossima novità del mercato?

Ma che fine hanno fatto?

Google Glass che fine hanno fatto

Vi ricordate che fino a qualche mese fa si sentiva parlare dei Google Glass in una maniera spropositata, con un prezzo di mercato di circa 1500 dollari?

Google dopo i diversi test fatti è arrivata alla conclusione di mettere in Stand By le vendite del prodotto, gli occhiali smart che secondo la big G avrebbero rivoluzionato il mondo virtuale, ad ora sono conservati in un cassetto.

Ma cosa è successo realmente è stato che dopo aver distribuito i Google Glass a pochi eletti e nel 2013 resi disponibili sul mercato a una fetta leggermente più ampia, ci si è ritrovati a perdere l’entusiasmo della nuova tecnologia indossabile, passando a sole critiche da parte degli utilizzatori di quel momento.

Per le notizie rilasciate da Google, si tratta solo di un periodo di Stand By dopo la prima fase di Testing, dovendosi ora concentrare sul restyling per la vendita al grande pubblico, infatti le partnership con le grandi firme del eyewear non sono cessate e il team che si occupa del progetto è ancora in piedi per apportare le giuste modifiche e tornare sul mercato più forti che mai.

Ora ciò che resta da fare è aspettare e vedere se Google, riuscirà a tirarsi fuori dalla falla della prima uscita rendendo realmente il suo prodotto così appetibile agli occhi di noi tutti.

Nel frattempo alcuni concorrenti sono già alle prese con il proprio progetto di occhiali smart.

Google Glass che fine hanno fatto
Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *