Sfrutta il meta tag description

Eccoci a una nuova lezione della nostra Blog Accademy, siamo ormai giunti a parlare di SEO, sezione fondamentale nella ottimizzazione per i motori di ricerca ma sopratutto utile per gli utenti della rete che vogliamo raggiundere ecco perché iniziamo ad adentrarci nell’aspetto tecnico spiegando come si sfrutta il meta tag description.

Le brevi descrizioni possono essere specificati per ogni pagina

Il meta tag description, ovvero le brevi descrizioni dette anche sommari di una pagina, fornisce a Google ma anche ad altri motori di ricerca un sommario dell’argomento della pagina, un vero e proprio riassunto, non troppo lungo che riassume il contenuto della pagina, sia per un sito web statico che un sito dinamico come questo blog.

Se volessimo seguire il passaggio per inserire il corretto codice, ci ritroveremo a scriverlo nella seguente forma:

<html><head><title>Sfrutta il meta tag description – Accademia del Blog</title><meta name=“description” content=“Insegnarti come si sfrutta il meta tag description delle pagine web é un passaggio obligatorio per migliorare la propaia visibilita sul web”></head><body>

Mentre il titolo di una pagina dovrebbe essere composto da poche parole o da una frase di senso compiuto, sempre indirizzatoaltema dell’articolo, il meta tag description di una pagina, può contenere una o due frasi, o un breve paragrafo, l’importante che riprti al corretto contenuto della pagina.

Gli Strumenti per i Webmaster di Google forniscono un’utile sezione per l’analisi del contenuto che ti fornirà informazioni riguardo ad ogni meta tag description che sia troppo breve, lungo o duplicato troppe volte (lo stesso tipo di informazione viene fornita per i tag <title>).

Così come il tag <title>, il meta tag description è posizionato all’interno del tag <head> del tuo documento HTML.

Quali sono i vantaggi del meta tag “description”?

I meta tag description sono importanti perché Google “potrebbe” usarli come snippet, parola che riassume la frase di descrizione utilizzato all’interno delle pagine che abbiamo strutturato.

Come su indicato, utilizzo il “potrebbe” perché Google potrebbe appunto aiutarci e scegliere di usare una sezione rilevante del testo visibile della tua pagina, sempre se questo corrisponde alla query di ricerca di un utente o in un secondo caso in cui non abbiamo impostato la query.

Questo passaggio da parte di Google, potrebbe portare a usare la descrizione del tuo sito fornita in DMOZ Open Directory Project, nello specifico se il tuo sito dovesse essere presente all’interno della directory.

Aggiungere un meta tag description a ciascuna delle tue pagine è sempre utile nel caso Google non trovi una buona selezione di testo da usare nella snippet.

Sul Webmaster Central Blog puoi trovare un post ricco di informazioni su come migliorare Le snippet con meta tag più descrittivi.

Le parole nella snippet sono in grassetto quando corrispondono a quelle digitate dall’utente per la sua ricerca, nell’esempio sottostante troverai in grassetto sia la parola TELEGRAM, Gruppo che Cancellare

Di seguito puoi trovare un altro esempio: questa volta viene mostrata una snippet presa da un meta tag description di una pagina interna (preferibilmente con un suo meta tag description unico), che contiene un articolo.

Questo aiuta l’utente a capire se il contenuto della pagina corrisponde a cio che lui sta cercando.sfrutta il meta tag description

“Compito da Blogger”

Siamo al termine della lezione del giorno inerente “Sfrutta il meta tag description” e come di consueto ti lascio al compito da Blogger, che ques’oggi è:

Scrivimi nei commenti qui in basso con quale logica sfrutti il meta tag description nel tuo sito!

Prima di continuare con la nostra avventura in questa Accademia del Blog, voglio ringraziarti per aver letto questa lezione, spero di poterti aiutare nella tua avventura come blogger.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *