Angelo Santoro La differenza fra Twitter e Facebook in 5 punti Applicazioni Social  info facebook

La differenza fra Twitter e Facebook in 5 punti


Continuano a parlare delle differenze tra i social network, in questo caso tra Twitter e Facebook, semplici considerazioni per comprendere meglio la differenza tra i due.

Molta gente mi continua a chiedere come funziona twitter, tanto che un sito che si occupa di vendita online di corsi di formazione mi ha chiesto di creare un video apposito per loro. Per il momento se vi piacciono le video guide o siete curiosi di comprendere meglio Twitter, vi lascio il link su come funziona twitter pubblicato sul mio canale youtube

#1 – Twitter è diverso da Facebook

Partiamo con lo specificare che Twitter e Facebook sono due differenti social networks, di sicuro non é quello che si spera di legere in un articolo che vuole spiegare le differenze, peró senza dubbio é il primo passo da fare per comprendere al meglio come funziona twitter, questo perché sono due mondi differenti,

FACEBOOK: è un social che si basa sul collegamento fra due utenti, per renderlo semplice possiamo sottolineare che la comunicazione per facebook si basa sull’accettazione di voler comunicare tra due utenti, invio di richiesta di amicizia e accettazione dell’amicizia, senza questo passaggio il social network sarebbe una grande rubrica di foto profilo.

TWITTER: é un social che non prevede nessun obbligo di reciprocità, questo implica che posso essere follower, quindi leggere quel che scrive un account, per fare un esempio quello del nostro cantante preferito, senza che lui nemmeno sappia chi sono.

#2 Twitter uno a molti

La particolarità di Twitter e che la comunicazione difficilmente è “uno a uno”, il social network nasce con l’idea di avere un proprio diario personale dove poter comunicare uno a molti, un genere di comunicazione apert . La vera differenza tra i due social network e che la comunicazione in Twitter è molto più selettiva, mentre Facebook dà l’opportunità di gestire la visualizzazione dei contenuti tramite l’utilizzo della privacy, Twitter nasce per una forma più semplice, insomma se pensi di iscriverti a Twitter per far conoscere a tutto il mondo i tuoi stati d’animo o cosa fai cada 5 minuti, bene ti suggerisco di lasciar perdere. Ecco perché per chi ha bisogno di comunicare con un certo impatto, decide di dedicare il suo tempo a Twitter, postando contenuti interessanti per non diventare un pesce fuor d’acqua.

#3 non solo per scrivere

Molta gente non comprende il vero uso di Twitter e per questo non si iscrive, a differenza di Facebook, che ha la necessità di condivisione tra due utenti, Twitter da la possibilità di potersi connettere senza dover scrivere per forza, l’utilizzo di Twitter e anche poter creare una rete di persone da seguire solo per prendere notizie senza aspettare il telegiornale a pranzo, o per chi come me, ad esempio, ha necessità di essere informato su determinati eventi, che si hanno nella parte opposta del mondo, quindi Twitter permette con più facilità di arrivare alle notizie che vogliamo sapere e non perderci in miriadi post come Facebook.

#4 Twitter va dritto al sodo…

Una altra grande differenza tra Twitter e Facebook è che il primo non ha giri di parole, in quanto la limitazione dei 140 caratteri inclusi link, rende la comunicazione molto più concisa, si va dritto al punto, senza troppi giri di parole, in questo caso Twitter rimane il miglior social per lo scambio di informazioni essenziali.

#5 non per questo si può definire povero

Per molta gente Twitter è solo un social network per giornalisti o blogger, perché se sei un comune mortale, solo per richiamare il mio nick su Twitter che è @comunemortale, non sempre è facile diventare famoso e avere molte persone che ci seguono, però questo dipende dai contenuti che twittiamo, grande differenza tra Facebook e Twitter e che quasi sempre chi ci segue non sono amici, come accade su Facebook, la rete che si costruisce quasi sempre e con presone estranea.

Il punto focale di questo articolo è mostrare alla gente come a volte solo perché non proviamo a comprendere una cosa, ci ritroviamo a scartarla anche se abbiamo sotto mano la più semplice delle applicazioni.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *