Angelo Santoro Mailbox applicazione per mail chiude nel 2016 Applicazioni Curiositá  mailbox

Mailbox applicazione per mail chiude nel 2016


Notizia dell’ultima ora, per chi utilizza il proprio smartphone per la gestione delle mail, senza usare la applicazione nativa e preferisce applicazioni di terze parti.

In questo caso parliamo di Mailbox che ultimamente ha inviato ai propri utilizzatori una mail contenente la notizia che nel 2016, precisamente a febbraio, chiudono i battenti.

Vi riporto il contenuto ricevuto:

It’s with heavy hearts that we let you know Mailbox will shut down on February 26, 2016.
Mailbox ignited a shift in mobile email and many of its innovations are now ubiquitous across the industry. It’s been a great journey, and we’re proud of this impact and grateful to the community that helped make it possible.
When the Mailbox team joined Dropbox in 2013, we shared a passion for simplifying the way people work together. And solving the email problem seemed like a strong complement to the challenges Dropbox was already tackling.
But as we’ve increased our focus on collaboration, we realized there’s only so much an email app can do to fundamentally improve email. We’ve come to believe that the best way for us to improve people’s productivity going forward is to streamline the workflows that generate so much email in the first place.
We know saying goodbye to Mailbox will be hard for many. To help make the transition to a new email client easier, we’ve created guides and export tools. For more information about how we’ll be winding down Mailbox, please visit the Mailbox website.
Thank you to everyone who helped bring Mailbox to life, whether by spreading the word, letting us know what you liked (and didn’t like), or simply using the product. You taught us so much, and we’re deeply grateful.
—The Mailbox Team

Angelo Santoro Mailbox applicazione per mail chiude nel 2016 Applicazioni Curiositá  mailbox    Questo implica che non sempre le idee che hanno successo inizialmente, continuano a restare in auge. A volte capita che molte applicazioni, come in questo caso gratuite arrivino a dover chiudere il progetto, quasi sempre perché i fondi non sono sufficienti a rimanere in vita creando il profitto desiderato.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *