Angelo Santoro Piaggio Vespa Primavera - Vintage a due ruote Curiositá

Piaggio Vespa Primavera – Vintage a due ruote


Per chi è nato o ha vissuto gli anni 80 sicuramente si sarà trovato ad andare in giro almeno una volta con il Vespino o meglio la Vespa Modello Primavera. Andare in giro in due e tra i più fortunati anche coloro che hanno vissuto il periodo del senza casco.

Angelo Santoro Piaggio Vespa Primavera - Vintage a due ruote Curiositá

La Vespa 125 Primavera uscì nel 1968 per sostituire la Nuova 125. La “Primavera” adottava notevoli miglioramenti rispetto alla sua progenitrice; un motore potenziato, nonostante cubatura invariata a 121 cm³ e accensione sempre a puntine, venne aumentando il rapporto di compressione da 7.2 a 8.25, cosicché la potenza passò da 4,8 CV a 4500 giri a 5,56 a 5500 giri. Questo potenziamento consentì un sensibile incremento delle prestazioni: la velocità massima passò da 83,8 a 92,3 Km/h con una l’accelerazione assai più vivace. Fu prodotta in tre serie: la prima aveva il fanale posteriore tipo 90 SS, presentava scritte in corsivo vespa 125 sullo scudo anteriore e primavera sopra il fanale posteriore, la seconda stesso fanale ma scritte in stampatello (dal 1973, anno del cambio delle scritte da parte della Piaggio). Nel triennio 74-76 la 125 primavera venne venduta nella colorazione marrone metallizzato Cod M.M 1.268.5130 (PIA 130) con sella beige, la terza, uscita assieme alla ET3, stesse scritte ma fanale di nuovo disegno. Ebbe successo sul mercato grazie alle prestazioni brillanti e alla linea che piacque a tutti, anche alle ragazze. Uscì di produzione nel 1982, assieme alla ET3, è tuttora molto ricercata tra i collezionisti e vespisti restauratori con uno sviluppato mercato after-market.

[info via Piaggio Vespa – Wikipedia]

a distanza di 45 anni ecco ripresentata la Nuova Vespa Primavera:

Angelo Santoro Piaggio Vespa Primavera - Vintage a due ruote Curiositá    Angelo Santoro Piaggio Vespa Primavera - Vintage a due ruote Curiositá

Il design è leggermente cambiato, molto più curvilineo con scocca in acciaio, segue le linee della tecnologia del 2013, anche se con una piccola variante nelle dimensioni, rimane pur sempre agile e facilmente gestibile, con una stabilità maggiore e un confort migliorato.

Le ecologiche motorizzazioni:

50 50 2T, 50 4T,

125 3V

150 3V

Ora che ne dite di andare a fare un giro per i colli bolognesi?

Condividete con i vostri contatti e via verso nuovi orizzonti

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *