Selfie Mania – disturbi psicologici


Angelo Santoro Selfie Mania - disturbi psicologici Curiositá  selfie

Mentre come al mio solito, la mattina mentre bevevo il caffè e leggevo le notizie mi sono imbattuto in un articolo che parlava di Selfie e di come per alcuni fosse diventata una mania.

Mentre avviavo le mie ricerche ho potuto notare, che in USA è stata effettuata una ricerca da parte dell’ Ohaio State University, inerente il rischio di disturbi psicologici per chi “abusa” di Selfie o denominata Selfie Mania. Questa ricerca è stata condotta su 800 uomini dai 18 ai 40 anni scelti tra individui che rilevano una certa “ossessione” per l’autoscatto.

Il risultato?

Narcisi, egoisti e antisociali.

Sapete quegli amici uomini che vi circondano è che colgono ogni scusa per farsi un bel Selfie e pubblicarlo sui social network?

Dagli studi effettuati emerge che in questo genere di uomo e di attenzione per se stessi, emerga un tratto psicopatico legato soprattutto all’aggressività che potrebbe sfociare in una depressione e problemi alimentari.

La ricerca ha chiesto alle persone coinvolte di compilare un questionario online, dove veniva chiesto con che frequenza pubblicano le loro foto su social networks come Facebook o Instagram e con quale frequenza modificassero le foto prima di pubblicarle.

Questa ossessione ha portato quindi alla deduzione degli autori che questo genere di ossessione porti a una mancanza di empatia collegata ad atteggiamenti impulsivi e narcisisti.

“Lo studio – afferma Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e presidente dell’Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico – dimostra quanto la pubblicazione continua di selfie, fenomeno preoccupante soprattutto tra i ragazzi, sia fonte di disturbi legati alla sfera psicologica. Chi è ossessionato ha un problema di compulsività che andrebbe assolutamente curato. La selfie-mania, inoltre, produce grande vuoto interiore perché basata sull’apparenza, e può portare a patologie psichiche importanti come anoressia e disturbi ossessivi di controllo.” [by TGCOM24]

personalmente penso che bisognerebbe considerare che molte persone lo fanno per un’auto pubblicizzazione, pubblicizzare se stesso non dovrebbe comportare rischi, almeno spero 😉

Se non si crede a ciò è possibile trovare la pubblicazione di questo studio direttamente sul

Journal Personality and Individual Differences

 

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS o Telegram. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo, ricorda che questo è un blog autosostenibile, clicca su una delle pubblicità presenti nell’articolo, te ne sarei davvero grato, e se volessi partecipare alle spese, potrai fare una donazione seguendo il link: paypal.me/angelosantoro, tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 



Un commento

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *