Stikers su foto di Facebook


Facebook vuole riconquistare dei giovanissimi con sticker per le foto

Photoshop compie 25 anni e Facebook annuncia l’introduzione di una nuova funzionalità che permette di aggiungere sticker alle proprie foto prima di postarle sulla piattaforma, direttamente dall’app Facebook dello smartphone.

Grande idea ma per quale motivo?

Sicuramente nasce per riconquistare il pubblico dei giovanissimi, sempre piu’ attirati da altre piattaforme social focalizzate sull’utilizzo delle immagini.

Come potrebbe funzionare?

Al momento del caricamento di un’immagine all’interno dell’app Facebook sara’ disponibile una nuova icona, proprio dedicata a questa funzione, che permettera’ di aggiungere in modo sticker alle foto. Sara’ quindi possibile posizionare gli ‘adesivi’ trascinandoli sull’immagine, aumentare e diminuere la loro dimensione, ruotarli a secondo di gusti e necessita’.

Infine, prima di finalizzare il caricamento, sara’ anche possibile rimuovere gli sticker inseriti all’interno dell’immagine appena prima di postarla.

A inizio anno Facebook aveva diffuso alcuni dati sul ”nuovo linguaggio universale” dei suoi utenti, fatto sempre più di strumenti visivi e immediati.

Si registrava allora un aumento del 75% del numero medio di adesivi condivisi ogni giorno sulla piattaforma, mentre su Instagram – app di Facebook dedicata alle immagini – gli oltre 300 milioni di utenti mondiali postano più di 70 milioni di foto e video ogni giorno.

”Le persone parlano un linguaggio universale costituito da foto, emoticon, sticker e video. Questo linguaggio visivo è generalmente considerato come una maniera succinta, efficiente dal punto di vista temporale e potente per le persone di esprimere il proprio punto di vista” parola di Facebook,

viaFacebook vuole riconquistare dei giovanissimi con sticker per le foto.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube !!!
Non perderti le ultime novità, iscriviti ora:

Se hai trovato utile questo articolo, puoi aiutarmi a tenerlo attivo con una Donazione tramite PayPal direttamente a Angelo Santoro 



Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *